• cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
Banner
Banner

 

Ingredienti:

-      4  Calamari di media grandezza

- 200  gr di Scarola riccia

- 100  gr di Spinaci (anche surgelati)

-   50  gr di Pecorino grattugiato

-   ½   Cipolla dorata

-     1   Uovo

-   ½   bicchiere di Vino bianco

-          Sale / Pepe / Maggiorana

-          Olio  EVO

Preparazione:

- In una padella versare un filo d’olio e farvi appassire uno spicchio d’aglio ed un poco di cipolla tritata. Eliminare l’aglio ed unire la scarola e gli spinaci, preventivamente tagliati a pezzi piccoli, scottati velocemente e poi strizzati;

- Salare, pepare e far stufare;

- In una bowl mettere la verdura ormai raffreddata ed unire la maggiorana, il pecorino grattugiato, l’uovo ed amalgamare il tutto regolando di sale e di pepe;

 

 

 

 

 

 

- Pulire i calamari, lavarli accuratamente e dividere le teste dai sacchi;

 

 

 

 

 

 

- Farcirli con la verdura già preparata, chiuderli con uno stecco e farli rosolare in una padella insieme ai tentacoli tenuti interi, finchè non diventino di un bel colore ambrato;

 

- A questo punto trasferire il tutto in una teglia, versarvi mezzo bicchiere di vino bianco, salare moderatamente e finire la cottura in forno caldo per ancora una decina di minuti a 180°C.

 

- Prima di servirli, farli  raffreddare un poco.

Si possono servire interi, ricostruendo la forma originale dei molluschi rimettendo i tentacoli nella posizione originale, oppure tagliati e serviti a pezzi, nappandoli con il sughetto di cottura, un giro d’olio a crudo ed una leggera spolverata di pepe.

 

 

Una variante molto interessante di questa preparazione è quella in cui si utilizzano erbe amare per la farcitura, ed in particolare le cicorie selvatiche oppure la borragine.

Share
 
Share on Myspace

Scarica l'APP per Android di cucinaCEDROLA