• cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA
  • cucina CEDROLA

 

 

 

 

 

 

 

Le candele sono un tipo di pasta lunga, tipo grossi ziti che, in abbinamento a sughi e ragù a base di carne e di verdure, rappresentano un caposaldo della cucina cilentana. La loro particolarità è che, spezzandole a mano, producono dei pezzettini di pasta (“reglietelle”) che, mischiandosi al condimento, lo arricchiscono di sapore. Inoltre il grosso foro che le caratterizza, diventa il contenitore delle golosità del sugo.

Ingredienti:

– 400  gr di Candele (o Ziti)

– 4  Carciofi romaneschi

– 1  lt di Passata di pomodoro

– Mollica di pane casereccio

– Prezzemolo

– 2  spicchi d’Aglio

– ½ Cipolla dorata

– 100  gr di Pecorino grattugiato

– 2  Uova

– Sale / Pepe nero

– Olio EVO

Preparazione:

– In una bowl  preparare la farcia amalgamando la mollica di pane bagnata con acqua ed accuratamente strizzata, con il prezzemolo tritato, uno spicchio d’aglio tritato fine, il pecorino grattugiato, sale, pepe ed il tutto legato con le uova;

 

 

 

 

 

 

– Pulire i carciofi, allargarli al centro battendoli a testa in giù sul piano di lavoro e, dopo aver eliminato l’eventuale “barba”, farcirli con il composto. Pulire i gambi e tagliarli a julienne;

– In una casseruola versare  un giro d’olio e, a fuoco basso, farvi rosolare uno spicchio d’aglio in camicia e la cipolla tagliata fine. Unire i gambi ed i carciofi e farli rosolare uniformemente;

– Eliminare l’aglio, unire la passata, regolare di sale e pepe e portare a cottura;

 

 

 

 

 

 

– Lessare la pasta molto al dente, scolarla e, dopo aver tolto i carciofi, unirla al sugo nel tegame ed ultimare la cottura;

Volendo dare un tocco di rustico e realizzare un piatto unico, si può impiattare sia la pasta che un carciofo e spolverare di abbondante pecorino, un giro di pepe di mulinello, un pizzico di prezzemolo tritato fine sul carciofo ed un filo d’olio a crudo.

Share
 
Share on Myspace

Scarica l'APP per Android di cucinaCEDROLA